47-48

III serie, n. 47-48 – GENNAIO-AGOSTO 2018

Numero dedicato alla memoria di Alberto Maria Fortuna (1934-2017), fondatore della rivista, e di p. Lorenzo Maria Fortuna o.f.m. (1935-2017), biblista e patrologo, di cui si ripubblicano due saggi.

Acquista


Alla luce del vero: Alberto Maria Fortuna (31·X·1934 – 14·X·2017), 1-3

 

ALBERTO MARIA FORTUNA, Andrea dal Castagno: i primi anni, 4-21

L’attenta lettura delle portate al catasto dal 1429 al 1451 conservate nell’Archivio di Stato di Firenze e riguardanti il popolo di San Martino al Castagno, consente di dirimere una volta per tutte la questione dei natali di Andrea del Castagno e di trarne informazioni preziose sull’ambiente in cui il pittore nacque e trascorse l’infanzia. L’articolo riporta in nota la trascrizione delle portate a catasto.

The careful study of the land registry from 1429 to 1451 kept in the State Archive of Florence regarding the people of San Martino al Castagno enable to solve once and for all the problem of Andrea del Castagno’s birthplace and to find important news about the place where the painter was born and grew up as a child. The article contains the transcription of the land registry.

 

ALBERTO MARIA FORTUNA, Sette poesie da Frammenti di naufragio, 22-24

 

ALBERTO MARIA FORTUNA – LORENZO MARIA FORTUNA, Fiesole antica: leggende, archeologia e storia. Sommario storico, 25-48

Con un ricco apparato documentario si tratteggia la storia del territorio fiesolano dalle antiche origini pelasgiche fino all’assedio del 540 d.C. segnalando i ritrovamenti archeologici locali per i vari periodi. Una sezione dedicata all’interpretazione della lingua etrusca data da Annio da Viterbo che l’avvicina all’aramaico offre suggestive ipotesi sul processo di insediamento etrusco nel territorio.

With a rich documentary apparatus the history of the land around Fiesole is here outlined from its pelasgic origins up to the siege of 540 a. C, pointing out the local archeological discoveries linked to the different periods. Part of the article is dedicated to the interpretation of the Etruscan tongue given by Annius of Viterbo who relates it to Aramaic with suggestive hypothesis of the Etruscan settlement process in that territory.

 

ALBERTO MARIA FORTUNA, Il passato ha segni di pietra, 49

 

SIMONE FORTUNA, Uno zio particolare: p. Lorenzo Maria Fortuna o.f.m. (18·VIII·1936 – 1·XII·2018), 50-52

 

IRENE VAGIONAKIS, Alcune note sulla Pergamos cretese, 53-61

L’articolo offre una rassegna critica delle fonti antiche relative alla polis cretese di Pergamos (sia letterarie che epigrafiche), ripercorrendo le vicende storiche della città e la sua fama in epoca imperiale e propendendo per la sua identificazione nel sito di Grimbiliana.

The paper offers a critical review of the ancient sources concerning the Cretanpolis of Pergamos (both literary and epigraphic ones), recalling the historical events of the city and its fame in the Imperial period and supporting its identification with the site of Grimbiliana.

 

FABIO TONIZZI, Iconografia e culto marciani nella terraferma veneta, 62-71

S’intende presentare una breve panoramica del culto e dell’iconografia marciani nella terraferma veneta durante il dominio della Serenissima, evidenziando in particolare la diffusione, gli attori e gli intrecci politico-religiosi di tale fenomeno.

We intend to present a short overview of Saint Mark worshipping and iconography on Venetian mainland during the Serenissima supremacy, especially highlighting the diffusion, the actors and the political-religious twines of this phenomenon.

 

CARLO NARDI, Immagine e assimilazione (Gen 1,26). Sfogliando la Bibbia e i Padri della chiesa, 72-76

La nota offre una sintesi delle tensioni dialettiche presenti nell’esegesi patristica di Gen 1,26. L’uomo è fatto per somigliare a Dio in un dinamismo crescente, secondo la Bibbia greca che parla di “assimilazione”. Per i pensatori cristiani dell’Asia Minore l’uomo si assimila a Dio nel corpo, in virtù del corpo di Gesù vero Dio e vero uomo. Per i pensatori cristiani di Alessandria è piuttosto l’anima fatta a immagine di Dio, ovvero lo spirito umano, ad essere chiamata ad assimilarsi al Logos eterno.

The note offers a summary of dialectical tensions present in the patristic exegesis of Gen 1,26: man is made to be like God in an increasing dynamism, according to the Greek Bible that talks about “assimilation”. For the Christian thinkers from Asia Minor, man assimilates himself to God in the body, by virtue of Jesus true God and true man’s body. For the Christian thinkers from Alexandria, it is the soul created in the divine image, that is the human spirit, to be called to assimilate itself to the eternal Logos.

 

DEMETRIO GIORDANI, Lettere da un maestro sufi. Dal primo volume delle Maktūbāt di Šayḫ Aḫmad Sirhindī (1564-1624), 77-87

L’articolo introduce e riporta in versione italiana tre lettere del maestro Sufi indiano Sayh Ahmad Sirhindī (1564-1624) tratte dal primo volume delle Maktubat, una raccolta dei suoi scritti operata dai discepoli sotto la sua supervisione. La prima lettera parla del “viaggio spirituale” la seconda è una critica a sapienti della religione che si fanno corrompere per amore di privilegi mondani, la terza tratta del ruolo della guida spirituale nel Sufismo.

The paper introduces and offers an Italian translation of three letters by the Indian Sufi teacher Sayh Ahmad Sirhindī (1564-1624) from the first volume of Maktubat, a collection of his writings realised by his disciples under his supervision. The first letter deals with the “spiritual journey” the second one is a critical directed to the religious wise men who get corrupted for the love of worldly privileges, the third one debates the role of the spiritual guide in Sufism.

 

Robert Louis Stevenson. Il mio primo libro: L’isola del tesoro. Traduzione di GIACOMO SCARPELLI, 88-95

Stevenson e la genesi del suo capolavoro. L’ispirazione per il romanzo era venuta allo scrittore durante un soggiorno sulle Highlands scozzesi, mentre era intento a far compagnia ad un dodicenne aspirante pittore. Questi era Lloyd Osbourne, il figliastro di Stevenson stesso e suo futuro collaboratore. L’isola del tesoro verrà completato sulle Alpi svizzere, a Davos, dove lo scrittore sarà costretto a trasferirsi nella speranza di guarire dalla malattia di petto che lo perseguitava.

Stevenson and the genesis of his masterpiece. The inspiration for the novel came to him during a journey in Scottish Highlands, in company of a boy, Lloyd Osbourne (son of the first bed of his wife Fanny) e and his future collaborator. Stevenson finished Treasure Island on the Swiss Alps, in Davos, where he moved in the hope of healing tuberculosis.

 

FURIO SCARPELLI, Melancolia: il primo caso del dottor J. Racconto cinematografico liberamente ispirato a un evento reale, 96-103

 

ADIL BELLAFQIH, Falla nello scafo, 104-106

 

DAVIDE CHERSTICH, Anemoni nuovi, 107

 

BERNARDO RAPI, Metodo sperimentale, meteorologia e agricoltura. Temi ambientali e uso equo delle risorse: scritti editi e inediti di Giuseppe Rocchetti, 108-132

Passione, studio e conoscenza sono forze guida della crescita personale e tra i primi strumenti che le nostre società possono utilizzare per affrontare i cambiamenti globali e ambientali. Sfortunatamente, troppo spesso le evidenze scientifiche sono trattate con scarsa attenzione o negligenza da parte delle comunità specialmente quando sono correlate a questioni che richiedono cambiamenti di abitudini o mentalità. Questo articolo tratta questi temi utilizzando le parole e le sollecitazioni del Prof. Giuseppe Rocchetti, Agronomo e Tropicalista di grande esperienza, Funzionario dell’Istituto Agronomico per l’Oltremare del Ministero degli Esteri italiano, impegnato nell’insegnamento a giovani specialisti in agricoltura tropicale e subtropicale di vari paesi del mondo.

Passion, study and knowledge are driving forces of personal growth and the first tools that our societies can use to face global and environmental changes. Unfortunately, too often scientific evidences are treated with scarce attention or careless by the communities, especially when are related to issues requiring habit or mind-set changes. This article treats of these themes by using the words and solicitation of Prof. Giuseppe Rocchetti, Agronomist and Tropicalist of large experience, Officer of the Overseas Agronomic Institute of the Italian Foreign Ministry, engaged in teaching of young specialists in tropical and subtropical agriculture of different countries of the  world.

 

IGOR CHERSTICH, Oltre il tribalismo. Dinamiche tribali e sentimento nazionale nella Libia post-rivoluzionaria, 133-148

L’articolo prospetta un’analisi della complessa situazione della Libia post-rivoluzionaria concludendo che è necessario cogliere la natura ideologica del tribalismo libico e delle sue dinamiche. È fondamentale capire che i membri di una tribù libica non agiscono esclusivamente in quanto persona caratterizzate da una cultura tribale, e che il loro comportamento cambia costantemente a seconda delle situazioni, dei rivolgimenti politici, delle necessità pratiche.

The paper presents an analysis of the complex situation of post-revolutionary Libya, concluding that it is necessary to understand the ideological nature of Libyan tribalism and its dynamics. It is fundamental to understand that the members of a Libyan tribe do not act exclusively as individuals characterised by a tribal culture, and that their behaviour changes constantly depending on situations, on political upheavals, on practical necessities.

 

ELENA CONSIGLIO, Il segreto del successo del successo politico di Deng Xiaoping: uno sguardo alla recente storia politica cinese, 149-151

La nota tratteggia in sintesi la storia del successo di Deng Xiaoping, leader de facto della Cina dal 1978 al 1992. Il successo fu dovuto a una combinazione di fattori nazionali e internazionali che egli seppe volgere a proprio favore. Egli permise la riforma economica della Cina senza operare un mutamento politico, ritenendo che solo il Partito Comunista cinese avrebbe potuto garantire la stabilità politica necessaria alla riforma economica.

The note briefly outlines the history of Deng Xiaoping’s success, leader de facto of China from 1978 to 1992. His success was due to a combination of national and international factors that he was able to turn in his favour. He allowed the Chinese economic reform without effecting a political mutation, believing that only the Chinese Communist party could have been able to guarantee the political stability necessary for the economic reform.

 

CARLO LAPUCCI, Inno egizio al Sole attribuito al faraone Akhenaton, 152-155

 

LUCIA CHIMIRRI, Un ideale di perfezione. Le edizioni Pantheon di Kurt Wolff, 156-160

Origine, finalità e vita fiorentina della prestigiosa casa editrice fondata da Kurt Wolff, il cosiddetto editore degli espressionisti.

Origins, goals and Florentine life of the prestigious publishing house founded by Kurt Wolff, the so-called editor of the expressionists.